giovedì, dicembre 31, 2009

2010

¡¡Feliz año nuevo!! Que pasáis todos una noche vieja muy emborrachada.

Tantissimi auguri di buon anno!! Che quest'anno vi regala di tutto : amore, vino, sesso...

Bonne année !! Que cette nouvelle année vous offre pleins de bonnes choses

Que 2010 sea very muy lindo para ustedes, Tant' auguri a tutt' quant', Happy feliz new year, gayoleru añu nuevu, Un an nou fericit, عام سعيد, Filici annu novu, Mabungahong Bag-ong Tuig kaninyong tanan...

PS regalo/cadeau: photos/fotos best-of argentina

venerdì, dicembre 04, 2009

Argentina-Cile - le prime foto

Era molto difficile pero ce l'abbiamo fatto : siamo tornati a casa.
Era un viaggio incredibile...


Comincio a mettere piano piano le foto per farvi aspettare di piu, sempre su : www.bbix.org/photos.

Oggi il primo album : il viaggio in Argentina, da Buenos Aires fino a Fiambala, l'ultimo paesino prima del passo fino a Chile.

Ci sono 5 albums, sono tantissime foto, pero faro un album piccolo con le nostre migliore foto.

venerdì, novembre 06, 2009

3 settimane in Argentina e Cile

Partiamo adesso per un viaggio bellissimo : andare fuori di Spagna, passare l'atlantico, sopra la foresta amazzoniana, per arrivare nel paradiso di Buenos Aires di Argentina !
Staremo li 3 settimane, pero come li, le distanze sono poche, andremo in fine settimane in Cile.

Purtroppo non è viaggio pensato 2 giorni prima, perché dovevamo prenotare qualcosa di un pochino economico.
Pero andiamo lo stesso di avventura, a passeggiare in tutto il paese in una macchina china pienissima, arrivare a mezzo un mare di sale, 2 deserti dei piu secchi al mondo. E tra i due, dobbiamo passare per una strada che sta a 4700 metri sopra il livello del mare.


Voglio fare una foto proprio li (pero con noi), e il resto del tempo a guardare le montagne.

Vediamo se li è tutto diverse, e se la gente vive al riverse : la testa giù e i piedi su !

venerdì, settembre 25, 2009

Guglielmo e Laura

Oggi vi conto una bellissima storia, quella di 2 giovani napoletani : Guglielmo e Laura.

Tutto ha cominciato un bel giorno di febbraio, quel tipo che ti svegli, è domenica, non sai che fare, guardi alla finestra e vedi la pioggia che ti fa immaginare il freddo di fuori.
La piccola Laura si collega su internet e va sul suo sito preferito : www.vegetariani-online.it
Il piccolo Guglielmo, anche lui a casa sua, dal suo sito preferito (ah quello, meglio non dare il link!), clicca per sbaglio sul link che porta alla stessa pagina.
Dopo milioni di foto di ragazzine topless, arriva su quella di Laura, bella con il suo vestito di fiori.
Dopo qualche righe di chat, le cose vanno avanti, si scambiano le ricette, dalle pasta ai funghi porcini fino alle farfalle con le ostriche.
Una bella storia tra ragazzini che inizia.


Si sono incontrati, hanno parlato e parlato, e poi hanno fatto pure insieme le spaghetti con le vongole (no, le cozze, no).
Una bella storia insomma, continuano a cucinare insieme, fino al punto che Laura mette la sua pentola a casa di Guglielmo per condividere.
Poi, arriva pure il giorno che la pasta costava di più, le melanzane non erano buone quest'anno, e quindi come tanti, sono costretti di esiliarsi.
Comprano caro il viaggio di solo andata, 10 milioni di vecchie vecchie lire, pero al meno ne vale la pena.




Devono andare a Roma, prima mendicare nella metro, per poi mendicare in un'azienda di consulenza informatica.
Arrivati dopo tanti momenti insieme arriva il momento romantico (che aspettate tutti, basta con quelle cazzate che stai dicendo Benoit!) : una sera Guglielmo invita Laura in un bel ristorante.
Fanno il giro di tutte le piazze romantiche di Roma : piazza del Popolo, piazza Navona, Campo dei Fiori, Viale Marconi, stazione Termini, via Cristoforo Colombo, ... per poi arrivare fino a casa.
Guglielmo, non riuscendo a respingere il momento e a scappare dalle domande di Laura... chiede Laura in matrimonio !!
Che bellllliiiiiii !!!


Tu dici "che belli!" pero dopo pensi "ma perché??". Perché subito dopo sbarca la suocera che era nascosta dietro alla porta e iniziano le domande del tipo "che vestito devo mettere?", "I fiori piuttosto gialli o rossi ?".
Prima tappa, devono scegliere dove fare il matrimonio. Come erano immigrati clandestini potevano sposarsi solo in due posti nel mondo : a Las Vegars o a Capua, provincia di Caserta.
Sempre con pochi soldi, volevano fare un matrimonio economico. Hanno preso i servizi dell'agenzia low cost "ryanwedding", domiciliata a Capua e gestita da Zio Giggino.
Consigliavano di farlo nella chiesa di "San Isidoro dentro i muri", che dovrebbe essere abbastanza grande per le poche persone che invitano.


Hanno inviato le lettere d'invito a tutti quanti scrivendo "Purtroppo essendo poveri, non vi possiamo invitare. Pero potete comunque mandare i soldi".
Cosi, solo 150 persone sono arrivati quel giorno. Per i vestiti, ricuperano quelli della nonna di zia Margherita, intanto la moda non cambia tanto.
Il più difficile era per il ristorante. C'avevano la scelta tra :
- la gelateria "Paletta d'oro" a Capua
- il ristorante del campeggio "Amalasunta" a Montefiascone
- la paninoteca "Paninone" a Roma
- il ristorante "Cicerone", sulla calle Capua di Gijon in Spagna
- un ristorante kebab a Roma.
- il bar "Very wonderful" a Casal di Principe


Avendo sempre pochi soldi, e per non fare prendere l'aereo tra la chiesa e il ristorante, hanno scelto la gelateria.
Alla chiesa, la sposa doveva arrivare in motorino 50 (quello del nonno) con il suo padre, la sua madre, il fratello e i testimoni.
Lo sposo doveva arrivare con tutto il resto in una macchina affittata in Spagna, una Toyota Corolla GLI 1.6 full, verde, per andare col vestito della sorella.
Deve guidare lui, e anche fare la dieta perché il suo vestito si è accorciato col tempo, quindi addio alla bella panza !!



Qualche giorni prima del matrimonio, è tipico di fare la serenata. A casa di Guglielmo, nella città di San Tamarro, è tipico di cantare canzoni di Tony Tammaro.
E quindi ha cantato "Supersantos" mettendosi sotto al ponte dell'Industria di Roma.


Poi, è arrivato il giorno, quello che deve essere il più bello della loro vita.
C'Era qualcosa di cambiato, qualcosa nei capelli, negli occhi, sulla bocca, il viso, sicuramente l'emozione. Laura come più spagnola, Guglielmo più francese, sembrava proprio di sbagliarsi di matrimonio.
Pero erano loro, più belli che mai !
Alla chiesa, hanno pure cantato insieme "We will fuck you" di Queens, era un bel momento di gioia e armonia.
Poi, erano gli superstar, hanno perso 4 ore ad accettare auguri e complimenti e fare le foto con la bisnonna della vicina della zia.
Dopo, sono partiti nella macchinone affittata, per arrivare davanti alla gelateria.
L'arrivo era bellissimo : loro due, le porte aperte, Guglielmo provando di frenare a tempo, e Laura coi fiori nella mano.



Nella gelateria, c'avevano organizzato tutto : hanno messo le tavole fuori, e al meno 20 piatti sono arrivati davanti a ognuno di noi, 5 gelati di antipasti, 7 gelati di primi, 10 gelati di secondi, frutta ghiacciata, granite e dolce.
Tutto di pesce e verdure. Ne abbiamo mangiato talmente tanto che dopo, che il giorno dopo a Napoli hanno vietato la pesca per i prossimi 100 anni.
Siamo rimasti a tavola a mangiare e a mangiare, passavano le ore e sempre portavano qualcosa in più. Avevo già raccontato le mangiate napoletane, pero i matrimoni sono veramente peggi.
A mezzo questo sforzo, siamo riuscito a fare qualche foto degli sposi, pero sempre seduto a tavola perché non ce la facevano nemmeno loro.


La gente passava a dare qualche regali. Come hanno pure amici senza soldi, capiscono tutti che la vita è dura a Napoli. Hanno regalato agli sposi della pasta, delle bottiglie di birra, dei biglietti di lotteria, e anche le mutandine per il prossimo figlio.
Hanno ballato tutti quanti, ed era uno dei momenti piu belli : Laura si è messo a ballare Madonna e Guglielmo Michael Jackson. Dopo, i testimoni sono arrivati e hanno ballato tutti quanti la Macarena.
La gente ha anche continuato, abbiamo fatto il ballo di tutte le musiche del mondo, eppure dopo quello, volevamo fare di più.
Alla fine, la gente è tornata a casa serpeggiando in terra e non è più rimasto nessuno. Solo Laura e Guglielmo, sempre più belli che mai, animati di una forza incredibile che non si può capire : la felicità.
Sono tornati a piedi tranquillamente, hanno fatto quell'ultima passeggiata romantica della lunghissima giornata, ed è li che successo il miracolo.
A Napoli, il 19 settembre 2009, quella serata, nevicava !!!


Alla fine di tutto questo, per i fiori della sposa e la giarrettiera, l'hanno buttato nelle immondizie a Napoli. Perché dopo di un matrimonio cosi bello, decisamente, il matrimonio degli altri sera sicuramente più brutto !!

Per quelli che vogliono guardare le foto vere, è qua.

venerdì, maggio 15, 2009

Istanbul

Qualche settimane fa siamo andati ad Istanbul (ecco le foto).
Ahhhh la Turchia !
Il suo mare, le sue moschee, i suoi abitanti musulmani che sempre ti vendono qualcosa gridando.

Prima il mare, spettacolare di vedere per la prima volte il braccio piccolo di acqua che hanno sempre separato ciò che hanno chiamato Europa e Asia.
Siamo andati un giorno in Asia per vedere, pero non mi sembra di avere visto gente con occhi di giapponese.

From istanbul--23-27-04-2009

Dopo, questo paese, se non lo sapevate, si chiama Turchia e ha come bandiera un simbolo bianco con fondo rosso.
Già prima di arrivare lo vedi, dopo li, non devi sperare di vedere qualche altra cosa. Se un giorno entrano in Europa, fanno cambiare la bandiera europea in rosso.
L'ultima volta che ho visto cosi tante bandiere, era durante un manifestazione italiana di tifosi fascisti a circo massimo.
E se non avete visto bene, questa, questa, questa, questa, questa, questa, questa, e questa è la bandiera turca.

From

Dopo, le sue moschee. La prima volta che arrivi in una moschea famosa, ti senti impressionato.
No sei stupito da quanto è grande o bello, non stupito dal silenzio, non stupito dal materiale utilizzato.
Sei impressionato da quanto puzza li dentro !!
I musulmani hanno la cerimonia delle abluzione, e Mahometto ha pensato benissimo questa cosa : lavarsi i piedi prima di entrare.
Pero Mahometto non ha pensato ai turisti che arrivano li dopo giorni e giorni di camminata senza cambiare i calzini !

Sui muri erano scritte cose che fanno delle foto bellissime, e che pure vendono ai turisti.
Gia vedi che scrivono come parlano : gridando.
Poi non si sa quello che c'è scritto. Io penso che è tipo "Ah bello, sei stronzo, non vedi che stai puzzando dei piedi nella mia chiesa ?"
E tutti gli americano fanno delle foto di questo. E pure io.

From istanbul--23-27-04-2009

La strada, tu vai passeggiando. E se guardi bene la gente che c'è, ti sembra che 98% de la popolazione è fatta solo di maschi.
Gli altri 2%, è solo gente mascherata, e non potrai mai sapere se è un uomo o una donna.
Pero... come si riproducono i turchi ?

From istanbul--23-27-04-2009

A parte gli scherzi, Istanbul è una città europea. Ci sono pure quartieri piu europei.
Questo pure include i vicoli del famoso quartiere di Karaköy. Li, la specialità sono le "geneleve". Case particolare dove è pieno di maschi davanti facendo la fila per entrare.
Si negozia il prezzo di entrata e dopo puoi passare tranquillamente davanti queste finestre illuminate con la luce rossa con dietro delle ragazze solo vestite in bikini.
Ho cercato un sacco su Internet per ritrovare il posto esatto. Ho visto tante notizie (qua, qua e la) di questo quartiere che non potremmo mai capire.


Per strada, ci sono tante macchine di tutte i marchi del mondo. Il problema è che tutte hanno marche differente e le macchine sembrano tutte uguale.
Esempio con i taxi.

From istanbul--23-27-04-2009

Per fare un riassunto, Istanbul era bellissima, mi sembrava come una Napoli islamica. Mi piace tantissimo. Capisco che è più difficile per una ragazza, pero io, li, in una prossima vita, perché no ?
Adesso il grande gioco del giorno : che significa questo vestito di festa che mettono ai bambini ?

From istanbul--23-27-04-2009

martedì, aprile 14, 2009

La semana santa

Questo fine settimana, a pasqua, siamo andati a Leon : le foto.

A Leon, si vede che pasqua è una festa grande come natale.
Particolarmente, ci sono tante processione.

Primo, le processione degli amici di destra, che vanno per strada per protestare contro tutti gli sudamericani che rubano il lavoro.
In questi tempi di crisi, il lavoro costa tanto, quindi si che era pieno di gente, anche i piccoli.

From leon--pasqua-2009

Dopo, ci sono le processione degli indipendentisti. Leon è una città grandissima, tutti pensano che a Leon si fa il migliore prosciutto al mondo.
Hanno il prosciutto di Leon, i salumi di Leon, il sanguinaccio di Leon, la cattedrale di Leon, il vino "cattedrale di Leon", che c'è bisogno di più per una capitale ?
Cosi ogni anno a pasqua vanno per strada e sfilano con le percussione ("bum bum" come diceva il ragazzino che guardava questo con noi), soffiando nella trombetta la forza leonesa leggendaria.


From leon--pasqua-2009

Ci sono le processione di Gesù Cristo, pero questo già la gente se ne è dimenticato.

From leon--pasqua-2009

Ci sono le processione della limonada. In tutti i bar della città era scritto che per la gente che veniva da fuori, per i pellegrini del camino di Santiago, servono una bibita fresca.
L'obiettivo di questa processione è semplice : fare il massimo di bar, mangiare il massimo di tapas, bevendo il massimo di limonade.
Si, si, è limonada con solo un po di limone e acqua... e un pochino di vino.
"Limonada que trasiego, judío que pulverizo" che dicono. E la bibita preferita degli amici di destra di cui abbiamo parlato prima.

From leon--pasqua-2009

E alla fine di questo, c'è la mia preferita : la processione del padre Genarin (Gennaro in Italiano). Per una ragione oscura (pero che non si discuta mai), c'è bisogno di ubriacarsi il giovedì santo per entrare nel pubblico di questa processione molto chiusa.
E li si fa il concorso di chi riesce a mettere delle fiori strani sopra un muro.



Siamo andati pure nella processione dei giochi : tutti gli giochi vietati il resto dell'anno. In un bar di una cittadina sperduta pienissima di gente a bere cocktails e ubriacarsi. Quando chiedi un vino puoi anche chiedere un biglietto di pullman...normale perché siamo nella stazione principale di bus di questa città.
Facevano las chapas - le spegiazione qua : ogni contadino si pone in circolo per buttare pacchetti interi di biglietti di 50 euro e giocare tutta la produzione annuale delle sue pecore.


Oggi torno a Aviles e mi sembra che la semana santa non si finisce : fanno qua la processione de la comida en la calle. In italiano, la possiamo chiamare la pasquettas.
Il comune mette delle tavole dappertutto nelle strade del centro, e fa un mega-pranzo tutti insieme. Tutti portano il suo cibo e se mangia tutto li, condividendo con i suoi vicini.
E, un'altra volta, le bottiglie, no sono tutte di acqua.

From asturias--04-2009

Alla fine di questa comida en la calle, la gente non torna a casa. Già quando parli con uno spagnolo di un pranzo, lui pensa alle ore 14 o 15 come il più presto possibile... quindi la fine di questo pranzo non si fa prima delle 5. Dopo di questa maratona della sidra, continuano nei bari che si trasformano rapidamente in discoteche per le 7 o 8 di sera. Tutta la vita che si trova per le 3 di notte in Spagna con 8 ore di anticipo.

Per gli spagnoli, vi consiglio di leggere la mia esperienza di pasqua in Italia.
Per commemorare la memoria della pasquetta, ho fatto questi giorni la pastiera napoletana.
Con le torrijas spagnole.

venerdì, marzo 20, 2009

Il migliore trasporte al mondo

Hola !

No, questo blog non è morto !
Fa soltanto 4 mesi che scrivo solo bozze e non riesco a pubblicare niente.
E che sto lavorando per parigini, ho meno tempo per farlo, e poi mi è successo una cosa bruttissima per il blog : mi sono fidanzato, eh si...

Faccio sempre tantissimi viaggi, talmente che a volte ho bisogno di 1 mese per mettere le foto su internet, e un'altro mese per scrivere qualcosa nel blog nelle mie 3 lingue (che comunque rimanerà in bozza ancora dopo il viaggio dopo). Questi ultimi mesi, ho fatto dei viaggi incredibili in Romania, Polonia, Italia e Francia.
Pero penso che il meglio è di raccontarvi un'altro viaggio : quello che sto facendo adesso, Mo : España. Scusate, Asturias.

Non posso scrivere tanto perché se no questo post finirà in bozze con i altri, quindi vi mando a vedere le mie foto : Asturias questo mese.


From asturias--03-2009


Sta facendo un tempo incredibile qua : faccio 2 ore di bici ogni giorno dopo il lavoro, torso nudo, per scoprire i paesini bellissimi di qua : il mare, le colline, le mucche, e tra i due, i galli che stanno cantando a mezzo la strada.

A prestissimo !
Benoit