mercoledì, marzo 22, 2006

Berluscarkozy


Parliamo molto di Berlusconi, oggi ho voglia di parlare un po' del Berlusconi francese : Nicolas Sarkozy.
Giusto perchè credo che non tutti (anche francesi) conosce bene il personnaggio.

Da una famiglia riccissima, era buono studento habitanto a Neuilly,
uno dei più chic quartiere di Parigi, primo di comminciare nella politica.
Mi ricordi le prime volte che l'ho visto, era durante Les guignol (un emissione tv di caricatura politica), era il figlio di Chirac, a giocare il suo canino.
Adesso e ministro e penso che ha opinione e modo di agire molto duro.
La primo legge che ha fatto era la legge Sarkozy.
Dopo quella, siamo stranieri nel nostro proprio paese.
Primo, carabinieri dovevanno avere una vera raggione per arrestiere qualcuno.
Dopo, possono ti arrestriere primo, e vedere dopo. Hanno tutto controllo per aprire la tua macchina,
tutto guardare, se hai mai una bomba.
Poi, e ultra-mediatiso, com'è Berlusconi. Ok, non ha tutte le rete tv e gionarle, pero ne parliamo molto. E perchè ho paura che farebbe una bella alternativa come presidente...

'Troppo libertà uscide la libertà'

Adesso, e sopratutto dopo i problemi dei banlieues parigine, e ancora più duro contro
i stranieri particularmente. Durante questi crisi, (e anche adesso col CPE) vediamo spesso Sarkozy a visitare
una questura a dire 'ah, la vita e dura per i carabinieri, vedete che fanno i giovanne ! [poi a montrare uno casco rotto]'. 'Les voyous' o 'La racaille' disse. Per me, è uno mezzo per coltivare il timore (sai, com'è nel metro a Parigi, perchè ci sono messaggi tutti gli 3 minuti 'fa attenzione a loro borsa, e se vede una borsa sola, forse è una bomba !!').
Per lui, il mondo è fatto di 2 tipi di persone : buoni e cattivi.
Buoni sono gente come lui : di famiglia ricca, una buona educazione.
Cattivi sono tutti che sono stranieri, immigranti o hanno fatto qualcosa di male nella sua vita, anche volare una mela una volta.
Questi deviamo sia ritornare nel paese dove viene, sia andare in prigione. No seconda possibilità.


Anche vediamo adesso col CPE una granda protesta e niente fatto dal governo. 'No negoziato !'
Il modo di funzionamento tipico della destra, contro i studenti com'è contro i terroristi.

3 Comments:

At mercoledì, marzo 29, 2006 6:05:00 PM, Blogger Marco Felice said...

Puoi parlare un po' di piu' di come vedi i CPE?
Sono molto curioso, in Italia arrivano notizie sempre molto di parte, ed inoltre sono spesso in secondo piano per le elezioni....
Ma credo sia un evento importante!

 
At giovedì, marzo 30, 2006 12:12:00 AM, Blogger bennyben said...

Si, è importante. Il governo fa passare legge rapidamente prima dell'inizio della campagna di elezioni presidenziali.
Fa pressione sul parlamento e fanno legge horribile. Per esempio, il CPE e DADVSI (che rende il peer to peer illegale : http://www.eucd.info/).
Per il CPE, credo che non è una bella visione del lavoro : il modello americano/anglese. Più facile di trovare uno lavoro (non ho detto quale lavoro, forse devi lavorare in uno Macdo'), e più facile di ti ritrovare sanza lavoro da un giorno all'altro.
Studenti sono manifestando e c'è una raggione : non deviamo fare tutto sul modello americano. Di più, non deviamo fare primo legge per imprese, pero per il popolo.

 
At martedì, aprile 04, 2006 6:52:00 PM, Blogger Marco Felice said...

Anche perche' se uno non puo' contare sul posto in cui e' ha anche difficolta' a fare piani per il futuro e a programmarsi una vita!!!

 

Posta un commento

<< Home