lunedì, dicembre 04, 2006

Avventure in 2 ruote

Tutto ha iniziato sotto la docce, venerdi mattina.
Abbiamo sempre delle idee bellissime sotto la docce. Venerdi era "oggi, mi compro una bici !".
Venerdi, giorno di porta-portese.
Chiamo una, due personne. Appuntamento venerdi sera e sabato mattina. La prima sembra piu bella. Ero in scooter, avevo appuntamento alle 20 a via Piagge. Io ricordo che lavoro sulla Laurentina, quindi bene bene al sudo di Roma. Questo è al norde, vicino la salaria, vicino il raccordo. Più al norde, ci sono solo icebergs e orsi polari.


Dopo avere dimenticato al lavoro il mio casco, i guanti e la mia testa, alle 19:35, chiamo, "Posso sempre venire ?" Lui dice ok e mi chiede dove sono. Lo lui dico, dico di essere alle 20, 20:30 al massimo. lui dice "sicuro, ce la fai?". Io reflesso "si penso di si!".
Non avevo la pallida idea di quanto tempo avevo bisogno.
25mn per attraversare tutto Roma in motorino, una missione che si dovrebbe mettere nel gioco Gran Turismo 4.
Primo : non sbagliare di strada. Arrivato vicino piazza del popolo, "Ooops".
Ho girato un po'. Dopo essere andato 3 volte indietro, sono arrivato magicamente su un'autostrada a 4 strade limitata a 350 km/ora, chiamata "via Salaria". Fiero con il mio scooter 50cc a 69 km/ora, una velocità neanche immaginata dal meccanico, seguo la direzione "autostrade".
Giro dove dovevo girare per uscire da questa autostrada. Dopo, un po' "perso". Ho chiesto a 3 personne, preso 5mn il raccordo (no, scherzo poliziotti, non c'è il diritto di prenderlo con un 50cc!), e arrivato con miracolo nell'altro lato del mondo in queste piagge.
Sono le 20:55. "Oops"
Ritardo bennybenale. Dico che è colpa dei marziani, chi sono venuti prendere il papa al Vaticano, quindi c'era tanto traffico sul longotevere per guardare il spettacolo !
Lui capisceva bene e esce un mostro rosso disegnato da Picasso lui stesso. "La prendo !!"


L'ho lasciato li per la serata a fare una notte sotto le stelle polare.
Sabato mattina, seconda avventura. Svegliato all'alba, vado a Termini in una metro piena di fascisti. Alla ricerca della stazione sperduta. "Roma fudine, fedine, fudene, fedene ?" No, nessuno conosce. "No, mi dispiace, troppo al norde".
Dopo, mi son' sbatut' come a che (a pronuncere alla napoletana), e trovato la stazione nordica : Fidene. Sulla FR1, tra Fiumicino e Orte. Sono andato, ritrovato la via piagge e la mia superba bici. Ho fatto un giro nei icebergs, dopo l'ho messa nel treno per andare a casa da Ostiense.

Domenica, passeggiato con Stefano (il mio coinquilino svissero-tedesco). Abbiamo fatto l'Appia antica, quasi fino alla puglia. Bellissimo.


La puglia era comunque un po' lontana, quindi si siamo fermati a Ciampino per cercare un'aereo per Amsterdam (sempre con la bici).
Niente, quindi siamo tornati sul raccordo (o quasi...l'appia nuova), sempre con la bici.


Dopo, nel treno per Termini a prendere la multa. Eh si, si pagava il biglietto per la bici !
Managgia, eppure la mia è euro 4 !!

Tutte le foto