martedì, giugno 12, 2007

La sfiga continua... Parigi finto

Come avete forse visto nel mio calendario, questa fine settimana era Parigi.
Sabato mattina, dopo una serata breva a fare la valigia ed andare al letto, avevo l'aereo alle 6:45.
Metto la sveglia alle 4:40, tranquille per partire in motorino a Ciampino ed arrivare 1 ora prima il volo.

Sabato mattina, apro i occhi. Vedo la mia sveglia che sta squillando. E vedo l'ora. 5:52.
Chiudo, apro i occhi, mi do un pizzicotto sul braccio, mi do uno schiaffo forte, niente da fare. L'ora non cambia.
Cosi, che mi sveglio correndo, e dopo 12 secondi, sono giù dal palazzo, vestito a cazzo, la valigia al braccio ad accendere il motorino.
Corro, sull'appia nuova, fino alle limite teoriche, che supero, manca soltanto l'usciere per entrare nel Guiness dei Record, a 70chilometro/ora di media sull'Appia nuova.
Alle 6:12 arrivo a Campino parcheggiato a correre fino al terminale, 33 minuti prima il volo.

Arrivo, vedo "Parigi Beauvais -- Ryanair -- 06:45 -- 06:45 -- XXX"
Il "XXX" è il numero di check-in. O piuttosto, era.
Faccio il giro di tutto l'aeroporto come un zombie, pure andando dietro il bar, al bagno, nel stock del negozio li.
Arrivo al punto "Informazioni", chiedo se c'è "qualcuno di Ryanair". La ragazza con il badge ryanair e la camicia ryanair mi dice di no.
10 secondi dopo, la vedo seduta al posto dove vendono i biglietti. Qui dico che sono per Parigi, che sono poveraccio francese, che voglio tornare a casa, che non ho cocaine nella borsa, pure andato alla Sapienza, che ho soltanto una borsa piccola, niente da registrare né dichiarare. Giusto da salire in questo cazzo di aereo che partira tra 33 minuti. Per questo, basta un pezzo di carta dov'è c'è scritto che avevo bene pagato un biglietto.


Con tutta la sua poesia e bellezza, scopro, insieme a dei altri che hanno avuto in incidente... che c'è un volo la sera alle 19:15.
Grazie.
Che c'è scritto che il check-in chiude 40 minuti prima il volo, siamo 33.
Che per prendere il volo di questa sera, si puo al prezzo incredibile di un'andata/ritorno Roma/Sidney.
Per arrivare a casa mia alle 23, e ripartire alle 12 il giorno dopo.

Sai, è come quando vuoi in kinder bueno nel distributore della tua azienda. Che non hai niente da mangiare oggi e che i negozi sono tutti chiusi per festa nazionale e sciopero internazionale dei kinder bueno. Però, ci sta il kinder bueno. Hai pure i soldi.


Mmmm, sembra buono il kinder bueno, hai la bava fino ai piedi. Metti i soldi, digiti il numero giusto per fare girare l'elica che c'è in ogni distributore nel mondo. Il numero è giusto, ti vedi già mangiando il primo pezzo di cioccolato. E vedi l'elica che gira.
Gira, gira, gira. E si ferma. E il kinder bueno non cade. Hai pagato un bello giro di elica.

Avevo la stessa impressione.
E cosi sono uscito vedere i aerei.
E ho guardato il spettacolo. L'aereo ryanair, pieno di passaggieri con un solo posto libero, che la persona vicina si dice "ah, non c'è nessuno qui" e mette il suo giornale.
Lo vedo brusciare tonnellate di CO2 con i miei soldi e partire volare, offire un bel viaggio a questo giornale, che finirà in una cestina parigina qualche ore dopo.
Magari sarà riciclato in un giornale che farà Parigi-Roma.



Ed a questo giornale, ho pure pagato un ritorno Parigi-Torino. Ho chiesto a dei amici di prendere la foto del treno, al meno.
Grazie alla magica dei biglietti "non rimborsabili", cioè pure se stai per morire, non hai soldi per un nuovo biglietto e devi fare il tuo ultimo viaggio per vedere i tuoi. Dovevi pagare di più.
Però, il giornale finirà nelle mondizie torinese, perche non potrà prendere il treno Torino-Roma, i soldi, sono per fortuna, tornati nel mio portafoglio. Subito se arrivi in Italia, funziona.

Quindi, mi sono fatto una ragione e sono tornato a casa, vedere il mio amico Bush e comprare un nuovo mezzo per andare a Parigi senza aereo. (vedere sfiga precedente)


Coraggio, Alexis, Laurine, vengo tra 2 settimane !

1 Comments:

At mercoledì, giugno 13, 2007 7:38:00 PM, Blogger Katyucha said...

Dis, t'as pas l'impression de revivre le retour de Dublin ?
Même problème, même merde !
On arrive quelques minutes en retard, sans avoir rien à enregistrer, juste a baisser notre pantalon pour passer un portic et se foutre le cul dans un siege... et pareil, même merde !

Dans 15 jours... je serai pas la, mon benny, j'serai dans mon ch'nord
A+

 

Posta un commento

<< Home