martedì, agosto 14, 2007

Puglije'nuestr !

Come previsto, torno da un viaggio bellisssimo in puglia. Tutte le foto
Venerdi sera, alle 23:30, in mancanza di pullman, corro sulla mia bici verso Termini con il mio zaino e dentro il kit viaggio-minimal-a-cazzo. Arrivo verso le 23:45, 12 minuti prima il treno per Lecce che dovevo prendere. Ho fatto il biglietto e scopro che l'unico modo di salire è fare il viaggio fino a Bari, fino alle 6:30, nel coridorrio.
"Posto a sedere senza prenotazione", il migliore modo di vivere delle avventure.
All'inizio, mi metto in un posto libero e ne approffito per dormire il più veloce possibile. Dei altri nel mio caso vanno nel corridorrio pensando che, comunque, i posto sono prenotati da qualcuno. Ed infatti, verso le 2 di notte, un tizio arriva con la sua ragazza, dice che ha prenotato. Bene, c'erano ancora dei posti, 2 presi e prenotati, 3 liberi e l'ultimo, io. Dopo sento che ha 3 posti prenotati. Poi, mi guardano e sento che hanno prenotato il mio numero di posto. Dico e ripeto timidamente "tranquille vi potete mettere come volete", pensando che si, posso andare su uno dei posti vicini. E li inizia la brutta sveglia. "Mi sà che non capisce l'italiano" uno dice. E il tizio di prima mi guarda nei occhi, si inchina davanti a me e mi dice chiaramente con i gesti di una communicazione italiana classica "questo - posto - è - occupato" come se fosse parlando ad un bambino.
Non erano 3, erano 4.
Ho lasciato perdere con i sentimenti di amicizia e simpatia che ho avuto su questo momento e la volontà di fare un casino alla napoletana. Comunque, era una partita persa, e dovevo trovare i miei 30 000 amici nel coridorrio.
Sono li che ho passato le 3 prossime ore, seduto (dopo lunga negoziazione) davanti ad un compartimento di almeno 10 20enne e dietro un'altro gruppo di cugini loro che si facevano le canne e non avevano niente voglia di dormire. "Sono dei ragazzi" che mi diceva il signore ridendo dietro provando pure lui di dormire.
Fortunatamente verso le 4 o 5, la città di Foggia libera diversi posti e mi sono trovato seduto davanti allo stesso signore che ha iniziato a russare dopo 3,2 secondi. Verso le 5:30 ero sdraiato a dormire benissimo con la super tecnica delle sedie dei vecchi treni italiani.
Ed è cosi che arrivò alle 6:30 a Bari centrale. Prima scoperta : i baresi non si faticano mai, neanche per fare una passeggiata col cane.


Ma il più bello è proprio arrivare cosi : dopo un viaggio difficile, svegliarsi al sole sul lungomare di una città bellissima vedere i pescatori che cantano una lingua strana. Mi era successo uguale a Taranto l'anno scorso e qui a Bari ero felice di questo momento.


In questo momento di felicità, alle 7 di mattina, ho deciso di fare una passeggiata a Bari vecchio, il quartiere spagnolo di Bari, hanno detto più pericoloso di Taranto vecchio e di Chicago la notte.


Me ne sono reso conto quando i signori che stavanno davanti alla loro porta sulla sedia, hanno aperto grande i occhi. Un francese !


Ma il fatto è che era bellissimo, anche se le foto rendono poco, ho girato, girato, ne me sono allontanato, ci sono tornato e ci tornaro.


Dopo, ho preso il mio treno per Castellaneta Marina passando per Taranto, arrivato nella stazione di Castellaneta Marina Centrale 1, il mare a 20 chilometri e il paese a 30.


Il mare pugliese, bellissimo. Eric stava li, con Ada, a prendere il sole. Ma non vi preoccupate, lui ha messo la crema.


Abbiamo preso il sole, per poi trovare Francesco, Virenze e Francesca, invitati nella casa di Ada, anche se il suo cane ha visto dei stranieri entrare. Dopo, siamo andati nel centro scoprire che ero già venuto a Castellaneta Marina, proprio un anno e 2 giorni fa.
La serata, l'abbiamo fatta a Taranto vecchio, mangiare il migliore pesce al mondo (e non esagero), e abbiamo sudato, sudato e sudato per mangiarlo. Era a proprio 50 metri dal porte, in una pescheria che fa ristorante la notte, e li un evento incredibile è
successo : Cebuenino ha mangiato il pesce !



Ecco la parte 2 della video.

Il giorno dopo, l'abbiamo trascorso al mare, il mare splendido, perfetto.


Su questa spiaggia hanno messo un ristorante. Quest'azienda di famiglia era tenuta da 10 supernonne tarantine a partita IVA, 20 mamme e 30 tarantini per fare un pranzo per 100 persone.


Alla fine del pomeriggio, hanno messo 2 ore per ordinare tutto.


E cosi fu l'ultima immaggine che ho avuto della puglia. Ho fatto un racconto molto brevo con fretta, ma era forte forte forte come fine settimana. E chiaro, voglio finire pugliese.