venerdì, ottobre 26, 2007

Parigi

Stasera scappo per Parigi.



A lunedi !

Barcellonas

La fine settimana scorsa, l'ho passata a Barcellona con Alfonso il mio coinquilino (l'inquilino 1, vi ricordate ?). Bellissimo, ecco tutta la storia in immagine.

Siamo partiti da Ostiense con i nostri zaini di avventurieros macgyvers a cazzos piene di cose utilissime (un costume, 2 mutante sporche, una pentola, una lampadina, 2 apribotiglia, 1 fucile a pompa, 3 botiglie di birra, 5 di vino e 2 patatine). Abbiamo iniziato svuotando le ultime traccie di acqua che avevamo nella borsa e nel sangue per iniziare a fare la fila all'aeroporto, pieno di guerrilleros di viaggios a cazzos come noi.



Dopo un viaggio follo sopra il settimo cielo (sopratutto dopo essere andato al bagno, quest'è il secondo effetto birra), siamo arrivati in questo paese nuovo : benvenudos in spagnas !!
E siamo arrivati lasciare le nostre valigie a New York city bronx motel -1 stella.



E a quel punto, non si è più capito niente. Abbiamo fatto tutti i peggi bar di Caracas, bevuto alla salute dei catalani, della crema catalana e della crema Chantilly alla vodka. Dopo avere incontrato della gente di mezzo mondo, dalla Francia all'Algeria passando per San Francisco, Siamo finiti in un gruppo di brasiliani con cui abbiamo cantato "evvivaò Barcellonaò". Ehoh !

Il giorno dopo, abbiamo iniziato le nostre vacanze turistiche di 6 giorni al ritmo spagnolo : il giorno mattina (dalle 10 alle 13), dopo una notte siesta di dopo pranzo, il giorno pomeriggio (dalle 16 alle 20), e dopo una seconda siesta, il giorno notte (dalle 22/23 alle 6 di mattina).
Potete notare che il giorno più lungo è quello della notte.

Il giorno mattina, facevamo una visita architetturale della città guidata dal grande architetto Inquilino 1, tutte le cose strane. Iniziamo con il pesce.



Sto pesce non serve a niente, tranne nascondere la vista sul mare ai vecchi che avevano comprato la casa giusto dietro. Potevano fare un museo dentro, un centro di idratoterapia, un sauna, una pescheria, un supermercato, ma no niente. Perche forse volevano farne qualcosa, ma poi hanno pensato "cazzo, abbiamo fatto dei buchi nelle parete, forse piovera dentro !".

Poi, avevano fatto un certo grattacielo a mezzo la città. L'hanno riempito di uomo di affari stressati. Ma dopo un po', è stato occupato da tanti lavoratori estracommunitari che hanno dovuto fare qualcosa. Hanno scelto di mettergli in un'unico angolo del palazzo e buttare quello nel mare. E poi si lamentano di trovare delle nave di africani senza documenti nel mediterraneo.



A mezzo la città hanno fatto una chiesa e l'hanno chiamato sagra della famiglia. Strano come nome. Ancora più strano, allora che hanno fatto il Colosseo in 10 anni senza gru né l' esistenza di Ikea, la chiesa non è finita da 200 anni. Poi è l'unica chiesa a pagamento al mondo. Forse visto che hanno finito i soldi per comprare il legno compensato da Auchan, fanno pagare l'entrata 16 euro. Hanno pure un sistema di abbonamento messa, e tessera ricaricabile per le confessione. Per un'euro in più, hai 2 messe gratis, scatto all'entrata gratis dopo 2 anni e pagamento dei matrimoni in 35 rate.



In un'altra parte, nel quartiere di affari, hanno avuto un massimo di immaginazione. Tipo questo palazzo, non sapevano che fare, era a 2 giorni della scadenza del progetto e non avevano più di riga graduata, e quindi hanno fatto tutto a cazzo, facendo dei specchi per fare vedere i belli palazzi intorni e nascondere la brutezza. E questo palazzo è pieno di buchi per fare passare l'aria o perche non sapevano cosa fare dentro.



Un'altro palazzo cosi era giusto affianco. L'hanno costruito, bello bello grande. Ma poi dentro ?
"Boh, non lo so. Che facciamo ?" E sta cosi da mesi.



Ancora vicino ci sta un'altro palazzo. Hanno giocato ai lego, preso il pezzo del palazzo di prima, pieno di estracommunitari, e l'hanno messo sopra. Non sembra ancora bene stabile, pero.
Ma sta davanti al mare, questo o la nave in sicilia, se cade, chissenefout.



Ma il più esagerato sarebbe il penne enorme di Jean Nouvel. Che aveva bisogno di fare vedere a tutte le ragazze quant'era un bell'architetto francese. Ragazze, è pure molto colorato.



Insomma, questo viaggio, bellissimo. Mi piace tantissimo la città, che somiglia ad una Napoli e Bari moderna, i ristoranti dove abbiamo mangiato (la migliore paella al mondo), e quello che mi sembra di essere la vità catalana.



E il mare bellissimo, voglio lavorare all'ultimo piano di un palazzo napoletano ed andare a pausa pranzo fare lo surf !

venerdì, ottobre 19, 2007

Vamos a Barcelonas a cazzos

Grazie al concorso dell'indiano piu francese vinto da Eric, stasera parto per Barcellona con Alfonso !


Tivoli 2, il grande ritorno.
Troppo bello, abbiamo prenotato ieri sera e arriveremo a New York nel Bronx stasera. Per risparmiare, abbiamo deciso di dormire nelle disco che troveremo.

A lunedi !

mercoledì, ottobre 17, 2007

La maledizione dello scaldabagno

La settimana scorsa è successo una storia a casa mia. (le foto)

Dopo, la mummia, la maledizione del campeggio corso, la maledizione della bici rubata, ecco la maledizione della doccia fredda.

Domenica 6 ottobre, verso le 16:52:36, il signore Alfonso Califano (che chiameremo dopo "inquilino 1") scopre un guasto di ordine Delfon 4 nell'appartamento 7b del palazzo targetato RM-696969-666 latitudine 95.4985662 lontitudine 24.569876451 all'ovest (che chiameremo dopo "casa").
Il guasto riguarda l'apparecchio sicurissimo di modello ACM 80 Ariston di seriale 66666NNF0NZ10N66666 destinato a trasformare l'energia elettromagnetica data dalla combustione spontanea di un pezzo di carbone in energia effetto joule su un prodotto liquido di formula H2O (che chiameremo dopo "scaldabagno").



Al giorno 1 è stata la segnalazione del guasto e codificazione di gravità. Per planificare un piano di azione ed assegnare i turni di guardia.
Dopo tante riflessione e utilizzazione di 3 cervelli di ingenieri, è stato pianificato al giorno 2.00 un'operazione a cuore aperto dell'apparecchio malfunzionante.
Dopo diversi tentative e per colpa del signore Chianti e di Walker Texas Ranger, visto la difficultà dell'operazione e il tempo di evacuazione dei flussi liquidi, è stato spostata al giorno 3.00.

Giorno 3.00, l'immigrante francese senza documenti che sfrutta una camera abusivamente (che chiameremo "inquilino 2"), è entrato in azione per l'operazione di apertura della bestia e gesti chirurgicali. Ha scoperto dentro la pancia del mostro, una vera montagna di granito.



La serata si è proseguita in questa caccia speleologica alla pepita d'oro.



L'inquilino 2 ha praticato la chiusure e cicatrizzato tutto bene per evitare qualsiasi perdità di sangue. E ha iniziato la prova #1. Fallita, ci siamo rivolti al signore Chianti.

Giorno 4.00, l'inquilino 1 ha proceduto ad un'altra apertura della bestia per estrarre l'organo incriminato. Di corsa, ha passato l'oggetto al suo collega gondoliere veneziano ingeniere abusivo dei trasporti (che chiameremo "inquilino 3") che ha trovato il mezzo di ferrovia più veloce per arrivare all'organismo di dono di organi idraulici. E con 3 lire, è riuscito a trovare un organo nuovo.
Tutti eccitati, i 3 inquilini procedono all'installazione dell'organo. Succedera la prova #2.
Fallita, l'inquilino 2 dice nel suo dialetto natale "cazzo non va, piove come mucca che piscia !".

Stesso giorno 4.00 piu tardi. Disperati, i coinquilini provano di usare il silicona dei seni di Lolo Ferrari come ombrello. Succedera la prova #3.



Fallita. Gli inquilini si sono rivolti questa volta ai benifici del cugino Smirnoff per curare questa sconfitta.

Giorno 5.00. L'inquilino 3 corre trovare il cazzo di pezzo di plastica per coprire i buchi (che avremo potuto chiamare "guarnizione"). E dopo diverse avventure incredibile, è riuscito a trovarlo e portarlo a casa sano e salvo. Di corsa e nell'urgenza urgente, è riuscito a aprire sistemare chiudere aspettare accendere aspettare provare in meno di 353.087492 secondi. E la prova #4 fu.
Miracolo. Incredibile. Funziona.
Dopo 5 giorni e 5 chili di calcare.

La sera, sono tutti passati al padre del cugino del figlio del nonno Spumante.
E gli inquilini 1, 2 e 3 di via sant'erasmo furono felici ed ebbero tante doccie calde.



Concluzione ?
Che non sapete quante volte la notte ho sognato di un'invenzione francese riscoperta recentamente da un napoletano capuese : Le gant de toilette.



Ma in un paese civilizzato come l'Italia, che hanno pure i bidet nei bagni, come fanno per fare il bagno con una bacinella di acqua riscaldata al forno... senza gant ?

notizia del giorno

giovedì, ottobre 11, 2007

Nuit blanche a Parigi

Da una settimana, torno da Parigi dove ho vissuto la notte bianca.

La prima parte di quella notte fu forse la migliore : la partita di rugby.
All Blacks contro Francia, il destino sembrava fatto : 25 a 0.
Pero, abbiamo deciso di caminare con Francesca e Azzura mezzo parigi per trovare un bar con un posto libero. La gente beveva delle birre dalle 15 tenendo gelosamente loro metro quadrato davanti al maxischermo.
All'ultimo minuto, armati di 2 chili di patatine e sopratutto 2 birre Fisher, abbiamo corso fino alla piazza davanti al comune (sisi Guglielmo, la comune), dove c'era un maxischermo piu maxi dei altri.
Ma c'era pure piu maxi gente. Su questa piazza, c'era un magma di persone con qualche Velib a mezzo eppure alcuni sopra delle macchine suicide.
Noi siamo finiti seduti per terra nell'avenue Victoria di fronte a tutto questo. E abbiamo passato il primo tempo a urlare per fare sedere la gente davanti a noi. Pero la birra, l'abbiamo bevuta.
E il secondo tempo l'abbiamo visto.



E fu all'ultimo momento che succede il miracolo. Abbiamo dovuto chiamare qualche amici per sapere quale squadra vinceva. Qualcuno vicino allo schermo, che sapeva le regole, e anche il colore delle magliette della Francia.
E incredibile, i all blacks si sono fatti completamente laminare dai piu grossi bordolesi e tolosoni che abbiamo, a 20 punti contro 19.75, i 65 giocatori della Francia pieni di EPO hanno ammazzato i 15 giocari neozelandesi stanchi dalla ubriacata della serata prima.
E i parigini hanno festaggiato, contenti da questa vittoria inaspettata.



Poi siamo andati alla notte bianca proprio, vedere le luci. Le cose strane che hanno nascosto per strada. Il gioco della serata è come trovare i uovi nel giardino a pasqua. Devi trovare le cose strane nascoste in città.



Abbiamo trovato una piantazione legalizzata di mariruana. Infatti, con i incentivi ambiantali, questa macchina Euro 96 può entrare nel centro storico.



L'unico problema è che il garage per queste macchine sono sotto terra, con tutte le commodità possibile : bar, caffè, birra, divani, e si può anche fumare.



Altri che hanno fumato troppo si sono messi a Bastille, uno dei quartieri più alla moda per uscire (diciamo come Trastevere) e si danno il cambio per leggere la bibia in continuazione durante 4 giorni, giorni e notte. Alle 4 di notte, mentre stavamo bevendo una birra, mangiando una crepe vicino i bar e night club piu fighetti della capitale, sentivamo questo.



E poi ci sono delle cose che non capisci. La gente prova di guardare in aria cercando di immaginare la follia dell'artista che ce l'ha pensato. Niente da fare. Le vie dell'arte sono impenetrabile.



Ultima esperinza, nella metro linea 14, un'altra opera d'arte : delle scarpe.
Ma chi cazzo gli ha lasciati qui a mezzo ?



Abbiamo fatto diversi ipotesi. Io penso che qualcuno ha fatto lo surf ma non è riuscito a resistere all'onda di gente che spinge nella metro.



Insomma, la nuit blanche, niente da vedere con la notte bianca, più artistica, non puoi capire.
E non capisci quello che hai visto, neanche un'anno dopo. Ma provi sempre di trovare delle cose che potresti capire. Vedremo l'anno prossimo, forse potremmo spiegare la storia di queste scarpe.

Nuovo sito di foto

Adesso passo le mie foto su picasa. Ecco il link : http://picasaweb.google.it/benoit.bourdin

Ma funziona sempre questo altro link : http://www.bbix.org/photos

Potete pure fare subscribe al feed rss per vedere i ultimi aggiornamenti.

venerdì, ottobre 05, 2007

parigi e la nuit blanche

Stasera parto per Parigi !
Ho preso il mio biglietto mercoledi, sopratutto per vedere la mia nonna (non sta bene ma non è grave). Ma anche ho scoperto che c'è la notte bianca !


Notte bianca in italiano, nuit blanche in piu settentrionale o nutt' bianch' in piu meridionale.
2 notte bianche nell'anno, sicuramente sarà bellissimo. Ecco il programma.
A lunedi !

giovedì, ottobre 04, 2007

la passeggiata roller a Roma

Ieri sera sono andato per la prima volta alla passeggiata officiale in pattini di Roma.
A Parigi le passeggiate sono conosciute bene : organizzatissime, con la polizia in pattini, dei medici, e le strade chiuse con l'autorizzazione del prefetto che approva il percorso.


A Roma, dove a Parigi sono 39 000 persone, ieri eravamo 39.
Ma è più simpatico. A Parigi non incontri nessuno, sei nella massa di corpi che rotolano sopra i altri.
Sei proprio nel traffico, bloccato, hai il tuo metro quadrato e non devi andare troppo a destra o sinistra. Ma a Parigi la cosa bella è la vittoria dei pattini contro le macchine : mentre tu stai a pattinare tranquillo, le macchine stanno ferme con 2 polizioti davanti ad aspettare che le 39 000 persone passano davanti a loro. Ho visto qualche macchine che stavano facendo il casino per passare, e li muono da i colpi di 500 pattini e manganellate.
A Roma sono le macchine i più forti, pero hanno capito davanti al gruppo che eravamo, che era meglio non fare troppo casino.
Perche un pedone morto lo puoi giustificare, ma 39 no.


Quindi, ieri abbiamo fatto 20 chilometri (ecco la mappa). E la cosa bella di questa passeggiata, che a Parigi non si potrebbe mai fare, è che abbiamo fatto un pezzo in pullman, tutti dentro con i pattini. Che puoi anche metterti davanti e dire "dai andiamo di la !" e iniziare una nuova strada.
E che alla fine mangiamo un gelato (anche quà, tutti in pattini dentro il negozio). Troppo bello.
Ci tornero, anche soltanto per il gelato.

mercoledì, ottobre 03, 2007

Musei internazionali della pizza

Questa fine settimana erano le giornate internazionale del patrimonio.
Bello nome, eh ? Io non ci credevo.
Abbiamo approffitato dell'invazione di veneziani appena usciti dalla loro laguna per andare vedere qualche patrimoni.
Erano numerosi, alla base venuti per aspergere di farina, e uova passata il nostro nuovo neolaureato coinquilino Federico, chi è passato in tutta Roma col capello di controllore trenitalia a chiedere alle ragazze carine di indovinare il prezzo di un metro di rotaia in inox e fargli un bacio sulla bocca, secondo alla tradizione padovese stretta.
E quindi siamo usciti con questa gente del nord alla ricerca dei musei gratis.
Qualche giorni prima, ho cercato mezzo internet per trovare un pezzo di gratuità in questo mondo di truffa turistica.


Niente.
Le giornate internazionale intermondiale intersatellitare del turismo patrimoniale erano un giovedi e rimane soltanto l'ultima domenica del mese. Nei due casi, l'intera lista dei musei gratis erano tutti localizzati nello grande stato del vaticano.
E hanno fatto tutto tutto tutto per nasconderle, queste giornate. Era soltanto all'entrata del primo museo che abbiamo scoperto che buttavano i biglietti in aria. E visto la pubblicità, non c'era quasi nessuno turista per prendergli al volo.
Quindi, abbiamo visitato il museo nazionale romano con i suoi 50 palazzi diversi con orari diversi. Quasi quasi ce n'è anche uno a Parigi.

Prima, abbiamo visto il museo delle statue senza testa e delle pietre romane.


Li, facevano delle ipotesi incredibili per trovare una frase di 5000 parole da un pezzettino di muro dov'erano scritte 2 lettere. Però, a volte esitano tra 2 frase.


Poi, subito dopo, siamo andati nel museo delle teste (vi ricordate le statue senza dell'altro museo ?).


Eppure in quello, sono stati bravi a fare delle ipotesi. Hanno preso delle teste dappertutto e poi non si sono ricordati di chi erano. Sulla carta d'identità, c'era soltanto la foto.


Insomma, in questo musei, sembra che hanno preso dei pezzi a cazzo e hanno inventato un'organizzazione revoluzionaria. Mi manca di vedere il museo dei nasi, delle braccia destra, dei piedi e di tante altre cose.


A volte i pezzi, lo portano tutti in una sola chiesa. E tu ti chiedi perche lo stile è "carico".


Dopo, siamo andati vicino al Pantheon, vedere una cosa che doveva essere aperta soltanto quello giorno. Alfonso ha visto il TG che lo diceva, in 30 minuti il tempo di andarci correndo, ed era chiuso. Chiudeva all'ora del TG.
La conclusione : i giornali non ti dicono mai in anticipo le cose, mai "attenti, tra 15 giorni questa cosa bella sarà gratis". Ti dicono sempre "oggi era aperto bello e gratis" e non hanno il diritto di farlo prima che chiude. Cosi vedi alla tv, e sei motivato ad andarci il giorno in cui costara 2 volte di più della normale.
La cosa incredibile, è che alla tv, fanno sempre vedere che c'è tanta fila. Forse gli pagano.

La sera, siamo andati al nostro bar preferito Societe Lutece. Sederci su una tavola prenotataal nome di Angela, che non abbiamo mai visto. Perche prenotare ? Abbiamo scritto il riassunto dei nostri pensieri su questo pezzo di carta.


Ieri, per dimenticare queste avventure, siamo andati alla festa della birra a Ostia.
è l'unica festa della birra dov'è scritto "festa della pizza" all'entrata, e dove puoi mangiare una pizza napoletana mentre stai comprando un cacciavite.


Questa festa era a mezzo la palude veneziana, anche le pizze appena fatte erano piene di acqua. Forse per questo che le bibite erano economiche.


Mi dispiace, non ho ancora messo tutte le foto sul mio album, a causa di un proxy al lavoro. Vi tengo aggiornato sulla resoluzione di questo disagio grave.